domenica 6 giugno 2010

ORZATA


ORZATA
Sciroppo dal gradevole sapore,che fatto in casa supera per genuina fragranza quello comodo acquistato in commercio,queste deduzioni vengono direttamente  dalla ricetta originale di un “tale” Pellegrino Artusi, infatti la ricetta di questa orzata che io ho voluto eseguire è tratta da un suo libro e la riporto con ingredienti e procedimento cosi come è scritta




Ingredienti:
Mandorle dolci grammi 200 (con 10/12 mandorle amare)
Acqua grammi 600
Zucchero bianco fine  grammi 800
Acqua di fiori di arancio grammi 30 (circa 2 cucchiai)

Procedimento:
Sbucciate (io le ho messe in ammollo in acqua calda per facilitare l’operazione) e pestarle nel mortaio ( io non avendolo ho deviato sul classico tagliere e con la mia cara pietra ho eseguito il procedimento pigiando e strofinadola sulle mandorle) ,e bagnarle ogni tanto coll’acqua di fior d’arancio. Allorchè saranno ridotte a pasta impalpabile,scioglietele in un terzo della detta acqua e passatene il succo da un canovaccio strizzandolo bene. Rimettete nel mortaio la pasta asciutta e macinatela col pestello ;poi scioglietela con un altro terzo di acqua e passatene il sugo. Ripetere la stessa cosa per la terza volta,mettete sul fuoco tutto il liquidi ottenuto,e quando sarà  ben caldo versate lo zucchero,  rimestate e fatelo bollire epr venti minuti circa. Diaccio (parola tipica della toscana che sta ad indicare ,freddo) che sia ,imbottigliatelo e conservatelo al fresco. Se fatta in questo modo,vedrete che l’orzata non fermenterà  e potrete conservarla a lungo,ma però non tanto quanto i “siroppi”di frutta. Oltre a ciò viene di tale sostanza che pochissima, sciolta in un bicchiere d’acqua,basta ad ottenere una bibita eccellente e rinfrescante!!


3 commenti:

Rosemary ha detto...

La bevevo sempre da bambina...
Grazie Alme!

Minnie ha detto...

wow almeryyyy.... mi hai fatta tornare indietro nel tempo..... la mia nonna la faceva proprio così!!!!!

Tamtam ha detto...

anche tu sei un artusiano??? senti metto qui un commento ma avrei dovuto metterlo a tutte le belle ricette che ho visto...il liquore all'ortica!!! io l'ortica la adoro il risotto è la mia passione...senti ci scambieremo un sacco di ricette...grazie della visita., ora vado a sostenerti