mercoledì 5 gennaio 2011

Natale in piazza

Natale in piazza
il video

Sin da bambini restano impressi nella memoria particolari indelebili di Natale vissuto in piccoli paesini. Lì, la condivisione personale è del tutto naturale, quasi ad essere una sola famiglia.
E qual è il posto migliore dove incontrarsi con amici se non una piazzetta? Spesso nei posti rurali serve anche meno:  va bene anche un’ aia. Ed è ancora più bello scambiarsi in questo luogo, saluti affettuosi e fraterni e piccoli doni.
In questo mio lavoro lungo ed elaborato,  e non lo dico cosi, tanto per dire, ma ci ho lavorato sia progettualmente che manualmente almeno per 15 giorni( una immane ma divertente faticaccia) ,ho voluto riproporre le sensazioni di un passato che poi, tanto remoto non è.  In tutto il mondo la piazza è sinonimo di incontro e convivialità e spero di poter portare anche a voi  all’interno di questa ipotetica e ideale piazza ad assaporare il gusto delle cose vere,sane e genuine!! ... Daii venite con me !!!!!!!!!!!!!!!!

Per il biscotto
1,200 di farina
400 g di burro
400 g di zucchero
5 uova
6 cucchiai abbondanti di miele
 http://www.storevaltellina.it/prodotti/miele-di-tiglio-miele-valtellina-api-sondrio?cp=51024789
2 cucchiai di Pisto ( 5 cucchiaini di cannella,5 cucchiaini di zenzero fresco grattugiato,2 cucchiaini di anice stellato,10 chiodi di garofano,1 cucchiaino di seni di anice verde, ½ cucchiaino di noce moscata il tutto pestato in un mortaio)
1 cucchiaino di sale

Per la glassa

3 chiare di uovo
500 g di zucchero a velo

Per le decorazioni e personaggi
400 g di marzapane
5 basi di pasta sfoglia
Fogli di gelatina per fare le finestre
Quadrati di cereali per colazione alla cannella
Gocce di cioccolato
Riso soffiato
Rice crisp al miele
Corallini colorati
Alcune caramelle dure alla frutta
Cocco grattugiato
Cacao amaro
In più piccole perline da  cucito

Per fare il biscotto unire gli ingredienti in una ciotola e unirvi le uova e il burro ammorbidito e dare una prima energica impastata,poi spostare tutto sulla spianatoia e impastare fino ad un composto omogeneo da far riposare 30 minuti in frigo.  Stendere la pasta fino ad uno spessore di ½ cm e fare le forme strutturali dalle sagome in cartoncino ricavato precedentemente, previo uno studio tecnico e artistico dell’opera da fare. Fare tutto questo servendosi di coltelli  taglierini a lama liscia. Con questa operazione oltre ai pezzi delle case e torre, ho ottenuto dei piccoli abeti , le stelline e i due porta lucerne . Una volta sbrigata questa “pratica “ infornare a 150° per circa 15 minuti,poi lasciare raffreddare i pezzi.  Per l’assemblamento del tutto ho usato una semplice glassa di zucchero a velo impastato a mo di cemento con chiare di uovo montate a neve, partendo dalla base della piazza ottenuto con le basi di sfoglia, e man mano dalle costruzioni .
Con il marzapane ho fatto gli orologi della torre e i personaggi della piazza a mio gusto, lasciandoli bianchi e spolverandoli solo di cacao amaro,proprio a fotografare  come un bianco e nero, il ricordo del sapore antico, del gusto di stare insieme. Inoltre con il marzapane rimastomi mi sono ingegnato a fare le tegole delle case mischiando ad esso nella stenditura della sfoglia ,del cacao amaro,le ho ritagliate a tagliatelle e sagomate a tegola su cui ho versato glassa e cocco grattugiato a simulare la neve. Con le gocce di cioccolato e il riso soffiato , poi ,ho imitato la selciatura del manto della piazza,su sui ho anche usato i quadrati di cereali alla cannella per fare i “ vasoli” il selciato a lastre di pietra vulcanica, inserendo a mo di grosse pietre delle caramelle dure alla frutta. Gli stessi cereali li ho usati ,al pari delle gocce di  cioccolato a mo di modanature della torre dell’orologio e delle case,case in cui le finestre sono state ottenute usando delle sagome di foglie di gelatine..sul tutto una lieve nevicata di glassa e cocco,a garantire la gioiosa , calda e e gioviale atmosfera Natalizia!!!



















Ecco le foto della versione notturna











4 commenti:

Mirtilla ha detto...

e'un vero capolavoro, complimentoni :)

Francesco ha detto...

"Architetto" della Cucina!!!
Grandissimo Alme!!!
Complimenti anche per la "tua" Prova del Cuoco!
Ti auguro tutte le cose belle che sono nel tuo generoso cuore...
Abbracci...
Francesco (frate')

Sgt.Pepper ha detto...

wow che lavorone...però la soddisfazione dev'essere unica!!!!
complimenti!
a presto,
ciaoooooooooooo

Fra ha detto...

Davvero spettacolare!!!! Un lavoraccio, ma ne vale sempre la pena. Ciaoooooooooo