domenica 5 dicembre 2010

Ala di tacchino ciocco-arancia dal pentolone dello strego

Ala di tacchino ciocco-arancia dal pentolone dello stregone

L’idea mi è venuta osservando, con stupore ed ammirazione, alcune gustosissime ricette della cucina orientale,da questo il Basmati. Mischiando un po’ di fantasia a qualche trucchetto ritrovato qua e là, ecco un piatto che fonde la tradizione della cucina indiana data dal riso, la cucina francese richiamata nel condimento, e la squisitezza della fantasia culinaria sannita!!!


Ingredienti:
1ala di tacchino
1 bicchiere di Vino del Salento Rosè (Il Poggio dei Vigneti)
1carota
1 cipolla
qualche foglia di sedano
un  po’ di brodo
½  cucchiaio di amido di mais
½  cucchiaino di cioccolato fondente
crema di balsamico all’arancia
pinoli
50g di riso Basmati
fettine di arancio
burro
rosmarino
sale
pepe

Procedimento:
In una pentola fare un ricco brodo vegetale con 1 litro di acqua,cipolla,prezzemolo,carote,sedano e patate che avremmo scavato ricavandone delle palline. Preparare la crema di balsamico mettendo in una ciotolina 1 cucchiaino di aceto balsamico e uno di mosto cotto molto ristretto,centrifugare la buccia di una arancia e unire quanto basta a aromatizzare la crema senza farla troppo liquida. Far rosolare in una pentola l’ala  di tacchino sparata in due pezzi in uno specchio di olio,rigirandola per  farla dorare in tutti i lati. Pulire la carota e  affettarla in pezzi di circa 1 cm,mentre la cipolla va affettata. Fra soffriggere e bagnare con il vino facendolo evaporare, quindi ricoprire con il  brodo,salare pepare e unire le foglie di sedano tagliate grossolanamente e delle strisce di buccia di arancio priva ella parte bianca e portare a cottura. Nel frattempo preparare al micro il riso Basmati con 200g di acqua,un pizzico di curry sale e un filo di olio ,il tutto per 20 minuti al max della potenza del micro e una volta cotto ricavarne delle quenelles con l’aiuto di due cucchiai e mettere al caldo. Saltare con una noce di burro le palline di patate e i pinoli con degli aghi di rosmarino e tenere al caldo anche questi. Giunti a cottura levare i pezzi di ala e filtrare una parte del sugo,rimetterlo sul fuoco e farlo addensare con l’amido di mais sciolto in poca acqua per non formare grumi. Togliere dal fuoco ed unire la crema di balsamico all’arancia e far sciogliere nella crema anche il cioccolato. Ora impiattiamo servendo l’ala cosparsa dalla crema ottenuta e con i pinoli tostai nel burro,aggiungiamo delle fette di arancio tagliate per un terzo e ripiegate con su un lato la quenelle di riso pilaf,e ancora sistemiamo intorno ad un cucchiaio di crema le patate cotte nel burro , dei piccoli rametti di prezzemolo,fantasia … e il piatto è pronto … Bon appetit!









 Con questa ricetta partecipo al concorso nella sezione carni bianche di


http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2010/11/contest-foodblogger-ai-fornelli-con.html

3 commenti:

meggY ha detto...

L'ala di tacchino ciocco arancia non me la sarei persa per nulla al mondo!
:)
Wow, che grande, grandissima idea!!!
Davvero un'ottimo modo per conciare le alette di tacchino, il tacchino è la mia carne bianca preferita, versatile e che si sposa benissimo con molti altri ingredienti anche diversi tra loro, come in questo caso.
Le quenelle di basmati profumate al curry completano l'opera.
Complimenti!
:)

meggY ha detto...

PS da oggi ti seguo anch'io, i tuoi piatti sono strabilianti, la cornucopia, lo stinco, il purè .. wow!

monica ha detto...

che meraviglia!!!!! e l'apprendista e l'aiutante sono da mangiare! ti seguo con piacere. ciao!!