domenica 9 settembre 2012

Spiedini Polifemo


Spiedini Polifemo

Tutti i paesi del mondo, nelle loro culture e  tradizioni culinarie, affermate o di nicchia offrono una lato della cucina che in molti suscita ribbrezzo e paura di assaggiare.Abituati a vedere piatti ricchi ben decorati e "sani" il cibarsi di frattaglie e affini non è ben visto, ma in usanze intrecciate nel tessuto delle culture culinarie ci si può imbattere in pasti alternativi, fatti proprio di ingredienti alquanto particolari. Il sangiunaccio ad esempio   è una delle più classiche versioni di ricetta horror per via del principale ingrediente che è il sangue di maiale appena scannato che viene mescolato a cacao e spezie, idem dicasi per un classico della tradizione Campana "'o pere e ò musso" ( piede e muso) fatto di pezzi di parti meno nobili del maiale bollite e una volta raffreddate condite con sale pepe e limone .Questa prima ricetta che vi vado a documentare so che non sarà per tutti, come per  tante altre cose ci, vuole stomaco e capisco chi, se vorrà. commenterà in negativo o con "schifio". La prima ricetta è una mia personale rivisitazione di uno spiedino che nell'occasione ha  di orrido i bulbi oculari di maiale", mentre la seconda è un classico fatto con cervella di maiale fritte. Come detto in precedenza , ci vuole un" bello stomaco" !!

Spiedini Polifemo

2 Bulbli oculari di maiale ( dalla cottura di una testa di maiale)
4 pomodorini
2 fette di pancetta 
acqua
alloro
sale
cipolle 
olio
vino bianco 
semi di papavero
aceto balsamico di Modena
pepe nero in grani
bacche di ginepro
succo di limone

Cuocere la testa di maiale in acqua salata con foglie di alloro, e una volta cotta eliminare dalle ossa la carne rimasta e da questa i due bulbi olculari che vanno messi in marinatura con pepe in grani ,limone, sale  e bacche di ginepro per circa 20 minuti. Nel frattempo mettere in una padella le cipolle tagliate grossolanamente con il vino un pizzico di zuccero e salare a piacere, farle stufarle facendo evaporare tutto il vino quindi condire con poco olio, un filo di aceto di mele e guarnire con semi di papavero. Infilzare su uno siedino un pomodorino , un bulbo sgocciolato dalla marinatura, una fetta di pancetta da BBQe chiudere con altro pomodorino e grigliarli su una teglia di ghisa. Servire caldissimi con le cipolle stufate in agrodolce, una spruzzata di aceto balsamico e una spolverata di prezzemolo!!














1 commento:

Tina/Dulcis in fundo ha detto...

preferisco il cervello a dire il vero,gli bulbi mi fanno un po' impressione,e io sono una che mangia di tutto....buon lunedi:)